Due amici inviano questo video delle vacanze alle loro famiglie che pensano siano una coppia gay

Cosa fai quando tu e il tuo migliore amico siete talmente legati da lasciar pensare alle rispettive famiglie che siete gay? Semplice, registri un video durante le vacanze che li mandi ancora più in fissa! 😀
Continua a leggere “Due amici inviano questo video delle vacanze alle loro famiglie che pensano siano una coppia gay”

Padre di 4 figlie si rifiuta di pubblicare solo foto sdolcinate su Instagram e diventa virale

Stanco della finzione che domina su Instagram? Il 90% degli scatti presenti su Instagram rappresentano una falsa diapositiva della vita degli utenti. Se cercate una visione reale della vita di tutti i giorni, basta andare sul profilo di Simon (@father_of_daughters) padre di 4 figlie che ogni giorno mostra i momenti di ordinaria follia, stanchezza e risate in compagnia delle sue 5 donne!

In pochissimi giorni i suoi scatti sono diventati virali portando il suo profilo ad avere circa 400 mila followers! Questi sono alcuni dei suoi scatti più belli e virali, il resto lo trovate sul suo profilo instagram.

Come masturbarsi senza sporcare e senza farsi scoprire dai genitori

Masturbazione

Come masturbarsi senza sporcare causando disastri termonucleari in camera/bagno/soggiorno/soffitta/spogliatoio/stadio/aereo/nave/stazione spaziale internazionale? E dunque senza farsi scoprire dai genitori da un lato e dall’altro per garantire un minimo di decoro e di igiene se magari si è 47enni che abitano da soli e che dunque non avrebbero alcuna motivazione di fare le cose di nascosto? Nessun problema, abbiamo tre metodi pratici spiegati pane al pane. Naturalmente vale per i nostri lettori di sesso maschile, ci sarà anche un approfondimento per le nostre meravigliose lettrici.

Continua a leggere “Come masturbarsi senza sporcare e senza farsi scoprire dai genitori”

10 comandamenti di chi vive in uno stato di ansia permanente

L’ansia permanente è uno stato psichico che si ottiene con esperienza e dedizione tramite le seghe mentali più assurde. Non è un processo semplice e facilmente riproducibile. Il vero ansioso è in grado di collegare i dilemmi più assurdi con le vecchie domande esistenziali  sul senso della vita. Parliamoci chiaro, chi meglio di te, povero ansioso, può avvertire l’umanità della sua imminente ed inevitabile fine?
Continua a leggere “10 comandamenti di chi vive in uno stato di ansia permanente”

10 motivi per cui odi (e odiamo) Facebook memories

10-motivi-per odiare.facebook-memories

Cos’è Facebook memories? Se ancora non lo sai significa che appartieni a quel gruppo di fortunelli che non ha dovuto fare i conti con il proprio passato o sei entrato a far parte della comunità facebookiana da poco tempo (sì, è possibile). Per tutti gli altri, Facebook memories è quello strumento di tortura che ogni mattina, pomeriggio o sera ti ricorda quanto tempo è passato da “quel momento delle tua vita” scelto a caso tra i diversi aggiornamenti di stato, foto o eventi che popolano la tua bacheca.  
Continua a leggere “10 motivi per cui odi (e odiamo) Facebook memories”

10 cose che facevamo quando aspettavamo le persone prima che i cellulari rovinassero tutto

Non molto tempo fa esisteva qualcosa che mandava in paranoia le persone. Era quel periodo di attesa che precedeva l’incontro con altri umani, quello per cui avevi fissato l’appuntamento molti giorni prima e che ti avrebbe messo a tu per tu con qualcuno che ti piaceva.

Continua a leggere “10 cose che facevamo quando aspettavamo le persone prima che i cellulari rovinassero tutto”

Logica femminile: 15 meme per (non) capirla meglio

Logica Femminile

Pensare di capire la logica femminile, e ovviamente mi rivolgo al pubblico maschile, è un’idea ardita quanto raggiungere la Luna con un proiettile sparato da un gigantesco cannone. C’è chi è riuscito, ma è protagonista di un romanzo di fantascienza (sì, stiamo parlando della logica femminile, il paragone sulla Luna finisce qui). Tuttavia sono molti gli uomini che si sono cimentati in questa impresa titanica: c’è chi si è illuso di esserci riuscito salvo poi scoprire di essere sbarcato nel favoloso mondo della friendzone e chi invece ha perso irrimediabilmente il senno.

Ed è inutile cercare il senno perduto sulla Luna (ah già, vero, lasciamola stare). Sin dall’antichità, il genere maschile ha speso una buona percentuale del proprio tempo per cercare di illuminare questa caverna così profonda e spaventosa chiamata logica femminile, dove tutto funziona al contrario. Se una donna dice sì significa no e se dice no significa sempre no. Se pronuncia una delle frasi pericolosissime come “Fai come credi” oppure “Mi stai ascoltando?”, ad esempio, siete prossimi all’apocalisse, cari amici miei.

Esempio di logica femminile

In questo articolo abbiamo raccolto 15 meme che illustrano in modo chiaro e incontrovertibile, alcuni esempi dedicati alle miliardi di sfumature della logica femminile. Vi consigliamo di dare un’occhiata, così sarete ancora più confusi e sarete pronti a compiere ancora più disastri nucleari comportandovi sempre nell’esatto modo opposto rispetto a quello che la vostra dolce metà si attende.

Tutto qui, ora sarete sempre più confusi e vulnerabili, irrimediabilmente persi nell’altra metà del cielo, quella che può mutare da sereno a tempesta tropicale in un lampo, quella che soffia un vento del Sahara quando ti trovi all’Artico o che può addirittura nevicare all’equatore. Ma d’altra parte il nostro campo magnetico ha un Nord che è impossibile evitare e così possiamo solo metterci il cuore in pace e seguire la nostra stella polare.

6 modi per reagire alle domande dei parenti al cenone di natale

Il giorno delle domande dei parenti sta arrivando ed avete pochissimo tempo per procurarvi una finta fidanzata, un lavoro, perdere i 10 chili che avevate promesso pubblicamente e se siete abbastanza bravi, anche una laurea.

Se anche a voi tutto questo crea paranoia, potete fare di meglio: pensare a una strategia d’attacco! Per circa dodici mesi i vostri parenti si sono caricati a molla e sono pronti a con le solite domande tipo:

  • 1. hai la fidanzata?
  • 2. ti sei laureata?
  • 3. quando fate un figlio?
  • 4. a gennaio hai scritto che ti saresti messa a dieta… e mo? (E mo cazzi miei)
  • 5. quando lasci vivere i tuoi genitori, hai 40 anni… vai a vivere da solo?
  • 6. all’alba dei 30 anni hai deciso di mettere giudizio?
  • 7. hai trovato un lavoro o fai ancora il barista? (MaPorcoDemonio)
  • 8. quanto prendi?
  • 9. quando ti sposi?
  • 10. e per i fuori sede: QUANDO TE NE VAI? (Presto… molto presto!)

prendere a pallinate i parenti

Domande scomode, vero? E’ arrivato il momento di attaccare e rispondere a tono. Parliamoci chiaro, molti di questi parenti vi stanno sulle palle e ogni domanda è solo un tentativo di estorcere informazioni che a malapena riuscireste a dare ai vostri genitori.

Per quanto mi riguarda la prima in elenco dovrebbe bastare, ma se avete parenti rompiscatole sarebbe il caso di puntare su qualcosa di più creativo e tragico. Un po’ come facevate alle scuole medie quando non eravate pronti per l’interrogazione.

  • 1. Mentite spudoratamente e date risposte ad minchiam.
    pinocchio bugie naso
  • 2. Fingetevi morti.
  • how i meet your mother barney si spara in bocca con le dita

  • 3. Ubriacatevi a pezza con vostro nonno.
  • 4. Se anche tu non hai più un nonno, ubriacati da solo (Lui ti assisterà dall’alto)!
  • johnny depp beve rum

  • 5. Fingetevi omosessuali.
    sono gay
  • 6. Alzatevi in piedi, uralte Ma Porco Demonio e scappate!
    JOHNNY DEPP PORCO DEMONIO IN CRY BABY

Le 10 cose che non dovresti fare mai (nemmeno sotto tortura) durante la cena aziendale

La cena aziendale è vicina, il momento della resa dei conti, la tua rivincita. Non sai ancora cosa aspettarti? Non disperare, siamo qui per darti una mano.

Se sei intelligente quanto basta, e ci dai retta, forse stiamo per farti il miglior regalo di Natale che tu abbia mai sognato: una nuova chance per fare sì che i tuoi compagni di lavoro dimentichino la tua condotta “indefinibile” esibita senza censura durante il banchetto dell’anno scorso.

Non sappiamo perché ma è un dato di fatto che a tutti i dirigenti/capi del mondo (o forse dell’universo) piace riunirsi a fine anno con i propri impiegati (puro sadismo?). La verità è che questo tipo di forza oscura si manifesta in quel lasso di tempo che va dal dopo ponte fino a poco prima della vigilia, stesso periodo in cui le mamme e le zie si danno da fare con il menu e la distribuzione dei compiti in famiglia: “Tu quest’anno prendi per il secondo”, “Tu mi porti il dolce” , ecc.

Quando arriva il momento di aprire la mail con oggetto: “Cena Natale“, vorresti semplicemente scomparire. Ma… il tuo istinto di sopravvivenza ti porta a trattenere l’entusiasmo (seee) quanto basta per far rispondere per primo al lecchino del gruppo che, immancabilmente, “non vede l’ora di stare tutti insieme” e mette in cc tutta l’impresa.

quando arriva la mail cena aziendale

Poi arriva quello del “facciamo pure un video carino” e verso la fine della serata quello che cerca il colpo di scena e propone una svolta “hot” per la serata andando tutti insieme “a quel locale” che gli hanno raccomandato degli amici (posto in cui non ci è mai andato).
Proprio in quei momenti, mentre stai già pensando cosa metterti e come riuscire a tornare a casa il prima possibile, non farti prendere dal panico e ricorda sempre: FORSE È LA VOLTA BUONA

Per sicurezza, ti lasciamo i 10 comandamenti del buon impiegato che ti permetteranno di tornare a lavoro con una dignità:

  • 1. Non andare non è un’opzione. Se cerchi di scappare, i colleghi ti potrebbero sbranare al ritorno in ufficio
  • 2. Non vestirti di merda: che non ci sia un “dress code” prestabilito non significa che tu possa fare il “simpaticone” ed arrivare in tuta o con indosso un orrendo maglione di lana senza aspettarti conseguenze. Se sei donna, ti prego, lascia il rossetto rosso nell’armadietto – se non vuoi lasciare tracce
  • 3. Non arrivare in ritardo, è sicuro che ti assegneranno il posto più sfigato, sì, quello di fianco al responsabile delle risorse umane.
  • 4. Evita certi temi: Ricorda che i Vegani sono ovunque!!! Altro che calcio o politica…
    10 cose da non fare alla cena aziendale - parlare di cose strane
  • 5. Non ti azzardare mai a portare con te il partner. Se proprio vuoi suicidarti socialmente, fai pure.
  • 6. Nel caso, mangia qualcosina in casa. Quando il budget è ridotto oppure il tuo capo, diciamolo, ha un gusto discutibile, non è un’opzione cominciare a bere a stomaco vuoto per poi mangiare qualche stuzzichino. Il tuo stomaco ti ringrazierà.
  • 7. Non bere alcool : Ahahahah Ok. Come non detto!
    10 cose da non fare alla cena aziendale - non bere
  • 8. Lascia agli altri il karaoke, e se puoi, registra tutto.
  • 9. Non limonare con un tuo collega a meno che non sia il tuo ultimo giorno ( o il suo), il giorno dopo anche se penserai che nessuno vi ha visti, tutto l’ufficio lo saprà e non parlerà di altro. Se poi lavori con un figo e hai l’opportunità di baciare il cielo… che diamine! Fanculo il lavoro! 😀
    10 cose da non fare alla cena aziendale - occhio a chi baci
  • 10. Non andare al lavoro il giorno dopo: prenditi un meritato giorno di riposo like a boss.

15 segni per capire quanto sei odiato su Facebook

Quando un tuo amico si lamenta della gente che condivide minchiate su Facebook è molto probabile che stia parlando proprio di te e c’è un momento in cui la situazione degenera trasformandosi in odio allo stato puro.

Il terrore si diffonde nelle vene in due casi: il primo è quando si accende quel numerino bianco su sfondo rosso, un alert che ti avvisa che qualcuno ha appena pubblicato una cazzata! Il secondo caso si verifica quando scorri ingenuamente il news feed.

La lista che segue è una selezione degli scenari che possono verificarsi dopo aver aperto la finestrella delle notifiche oppure mentre si scorrono i post pubblicati dagli amici.

  • 1. Inviti a giocare a giochi assurdi che solo tu conosci
  • 2. Condividi terribili catene di sant’antonio
    non volevo
  • 3. Pubblichi citazioni strappa lacrime e non citi nemmeno l’autore.
  • 4. Condividi degli stati chiaramente indirizzati a qualcuno
  • 5. Usi troppi Hashtag e lo fai senza senso
    #oggi #ho #fatto #tanta #cacca
  • 6. Aggiorni la foto profilo ogni giorno
  • 7. Pubblichi un numero non quantificabile di foto di tuo figlio
  • 8. e del tuo animale domestico
  • 9. Scrivi robe del tipo “Tanti auguri amore mio per il tuo compleanno, sei l’amore della mia vita…” e ce l’hai al tuo fianco. Diglielo!
  • 10. Aggiungi persone alle chat di gruppo
  • 11. Carichi quasi un selfie al giorno
  • 12. Magari seguito dalla solita citazione ad mimchiam
    disgusto
  • 13. Pubblichi foto in cui ti diverti che tutti sappiamo servono solo a far ingelosire l’ex
  • 14. E infine… pubblichi la foto del caffè
    14.1 di quello che hai mangiato a pranzo
    14.2 e a cena.
    14.3 e del porco demonio.
    carnazza

In quanti di questi punti ti rispecchi? E’ altamente probabile che ne bastano un paio per potersi guadagnare l’odio del 99% degli amici!

16 Aforismi di vita e altre grandi verità

Grandi verità di coppia

Ci sono delle grandi verità che ogni giorno nascondiamo dietro a un “ok” che in realtà vorrebbe essere un “ma per favore” o un “non ci credi neanche tu”, veri e propri aforismi di vita che se dovessero venire fuori metterebbero sicuramente a rischio gran parte delle nostre relazioni interpersonali, per non parlare della vita di coppia. Per questo motivo e perché nel fondo Ad Minchiam non è solo un espressione colloquiale ma uno stile di vita, abbiamo deciso di scriverle tutte qui, buon divertimento!

  • 1. I bambini, gli ubriachi e i leggings dicono sempre la verità
  • 2. Non esiste al mondo film dell’orrore che possa superare la sensazione di paura primordiale e assoluta di quella di frugare nella tasca e non trovare il cellulare
  • 3. Se ti avessero dato un euro per ogni volta che hai detto “Non bevo più, promesso” a quest’ora saresti l’uomo più ricco del mondo.
  • no no
  • 4. La “domanda a piacere” degli esami (udite bene professori e insegnanti) non piace a nessuno.
  • 5. Donne che si eccitano con 50 sfumature di grigio e a casa non vanno oltre il classico missionario.
  • sculacciata
  • 6. Le “ballerine” sono scarpe orrende, non importa quanto siano comode, fanno veramente cagare.
  • 7. Ogni volta che senti parlare un bimbominchia, perdi ogni speranza per l’Italia
  • 8. Ragazzi che si drogano e assumono sostanze che hanno viaggiato per 10.000 km nel culo di uno sconosciuto per poi schifarsi di uno yogur scaduto da 2 giorni.
  • 9. In inglese “Citizen Kane“, in spagnolo “Ciudadano Kane” e in italiano “Quarto potere”, così si fa!!
  • 10. Lo chiamano “Starbucks” ma in realtà dovrebbero chiamarlo “qualcosa che vagamente ricorda il caffè ma costa quanto un pranzo completo
  • 11. Ci sono alcune domeniche in cui l’unica cosa che ti differenza da una pianta è il fatto che TU non fai la fotosintesi.
  • 12. Quel tipo di studente che si lamenta di aver fatto un brutto esame e poi prende un 28, a questa gente, un bella mano aperta in faccia.
  • 13. “È a te che deve piacere” e altre sottili maniere di dire alla tua amica che il suo nuovo ragazzo è un orco di Mordor.
  • 14. Uomini del mondo: i fiori muoiono dopo qualche giorno, i cioccolatini ingrassano e i peluche sono noiosi, datemi retta, regalateci le scarpe.
  • 15. Non importa quale pompa di benzina sceglierai nel distributore, avrai sempre il terrore di esserti sbagliato.
  • 16. Quando esco di casa con un 20% di batteria sul cellulare, guardo in cielo e penso: “Sia fatta la tua volontà

Potete proporre le vostre verità nei commenti qui sotto.