Prova a mostrare un po’ di tette su Facebook e in pochi istanti sarai bandita per sempre. Al contrario si possono trasmettere in diretta live scene di guerra, foto di bambini e omicidi.

Tutto molto bello, vero? Vediamo un po’ quante cose di merda si possono condividere su facebook senza il rischio di essere segnalati e bannati come succede per un bel paio di tette.

  • #1 Guerra in diretta
    la-battaglia-per-mosul-e-in-diretta-streaming-su-facebook
    Non è uno scherzo, la battaglia per Mosul è stata trasmessa in diretta streaming su Facebook.
  • #2 Foto noiose di bambini

    Tralasciando per un istante il pericolo di pubblicare foto dei propri figli on line, facebook consente la pubblicazione della telecronaca in diretta con foto noiose di bambini. Emozionante.
  • #3 Omicidi in diretta streaming
    Anche questo non è uno scherzo. Ecco la fonte che racconta la morte del ventottenne Antonio Perkins.
  • #4 Ragazzi a torso nudo
    Se questa non è discriminazione…
  • #5 I Tag infami
    Tagga il tuo amico ubriacone, tagga il tuo amico più tirchio, tagga #stocazzo.
  • #6 I commenti con errori grammaticali
  • #7 I video girati in verticale
  • #8 I ricordi di merda in Facebook Memories
  • #9 Il Click Baiting
    Questa è sicuramente l’azione più infame permessa dal gioiellino di Mark Zurckemberg. Per un click qualcuno venderebbe la mamma al diavolo.
  • #10 I profili di coppia
  • #BONUS: QUESTA ROBA!
    631037232_504230