C’è una funzionalità su facebook che gli umani usano molto male ed è quella che ti da la possibilità di commentare i contenuti. Te ne accorgi quando inizi a soffermarti di più sui commenti che sul contenuto dei vari post. Quando lo fai non puoi che bloccarti qualche istante e analizzarli uno per uno.

Queste sono nove tipologie di commentatori su facebook che odi anche tu, ne sono sicuro!

1. Il complottista
Vede complotti ovunque, non legge altro che il titolo del post e commenta esordendo: E’ colpa dello Stato che… Spesso lo fa anche sulle foto dei gattini!

2. Il papirista
Riconoscerlo è molto semplice e Facebook ti aiuta ad evitarlo grazie a un semplice link che spezza il suo commento chilometrico.

3. Il No Comment
Commenta per comunicare al mondo che non vuole commentare. BOH!
tumblr_n5jb9j0oL81si5enjo1_500

4. Il No Comment che si ricrede
Questa è una versione specializzata del precedente, più raro ma molto meno raffinato! Anticipa la sua opinione con un No Comment ma nel commento seguente spara una supercazzola in grado di far ricrescere i capelli Vin Diesel.

anigif_enhanced-buzz-29847-1374955977-10

5. Il taggatore seriale
Per lui commentare è un piacere, tagga amici ad minchiam ed è sempre felice.

6. l’AHAHAHAHAH
Non sei il solo ad odiarlo. Insieme a te c’è tutto il team di Facebook, che per impedirgli di rispondere col solito AHAHHAHA, ha aggiunto al Like una sfilza di reactions con cui lasciarlo divertire.

7. Mr. Screenshot
Non commenta molto e lo trovi soprattutto nei commenti delle foto. Cerca la cosa più brutta nella foto, ritaglia quella parte e la pubblica nei commenti. Molto esilarante… peccato che spesso quella cosa brutta sei tu.

8. Il rissoso
Inizia la sua sceneggiata con una piccola provocazione, spesso off topic. Il primo che risponde è un uomo morto.

INFINE…

9. I tuoi famigliari
Fino a qualche anno fa, l’unico momento di imbarazzo creato dai parenti era quando partecipavi a un evento sportivo e con urla da guerriglia urbana tentavano invano di motivarti. Momenti terribili ai quali assistevano compagni e avversari. A causa di queste terribili esperienze non partecipi più ad eventi sportivi pubblici.

Pensavi che fosse tutto finito, vero? Grazie a Facebook quelle urla si sono trasformate in commenti sdolcinati sotto le tue foto. Commenti del tipo: Quello è mio figlio! Quanto è bella mia figlia! Sei il migliore! Beato chi ti prende… continuate voi io vado a farmi una birra.

tumblr_inline_o0r41gXr861sl760a_500