Perché viene il singhiozzo?

Si sente dire in giro che sia dovuto a una improvvisa, involontaria e ripetitiva contrazione del muscolo diaframma causata dallo stimolo ricevuto dal nervo frenico e trasmesso al muscolo. Lo spasmo fa chiudere la glottide interrompendo il flusso d’aria e producendo il suono. Ma la realtà, cari amici, è ben differente.

Forse avrete notato che il singhiozzo appare quando si ingerisce cibo o liquido troppo in fretta oppure quando si passa in modo brusco da un ambiente a temperatura calda a uno freddo. In più, c’è chi lo patisce quando è agitato. Non è un caso: il singhiozzo è una parola, nello specifico la prima parola ideata dal genere umano.

Singhiozzo

Ai primordi del genere umano, più precisamente nel Paleolitico Inferiore (500.000 anni fa) si comunicava con fischi, schiocchi e versi. Uno di questi era ottenuto aspirando in modo brusco l’aria producendo un suono sottile come un “Ihhk” e stava a significare l’equivalente del moderno “Ah, però!” o “Hai capito!”, insomma per esprimere stupore dovuto a una situazione inaspettata. E così, ecco un bell'”Ihhk” quando si usciva dal tepore del riparo oppure quando si beveva troppo di fretta o si era inquieti. In questo caso specifico, il suono poteva essere anche ripetuto “Ihhk, Ihhk“, come rafforzativo.

Ok, ma perché il singhiozzo, ora, si può sapere? Perché questo antichissimo modo di comunicare si è sedimentato nel nostro inconscio ed è diventato istinto, qualcosa che è fuori dal nostro controllo e ogni metodo empirico per farlo passare risulta poco efficiente.  Anche gli animali singhiozzano, l’hanno imparato per emulazione anche se non sanno cosa significa e spesso si spaventano, come dimostrato da questa immagine animata dall’alto valore scientifico:

Gatti singhiozzo

La ripetizione del singhiozzo è dovuta a un “corto circuito” cerebrale causato dal conflitto tra una parola atavica e il linguaggio moderno. Quando si presenta una delle “condizioni originali” ecco che parte l'”Ihhk“, come comunicazione veloce e immediata per i nostri simili nelle vicinanze, che però non hanno più la conoscenza del significato e – pur tuttavia – lo comprendono.

Forse non tutti sanno che: se si singhiozza mediamente per 17 volte e poi si smette si è più predisposti allo sport.

Ergo: il singhiozzo è una parola, la prima ideata dal genere umano.

Gattino singhiozzo