Il suo vecchio nome d’arte, Carlo Masi, ha fatto subito il giro dei social. I suoi alunni hanno preso la notizia con divertimento, contenti di avere un professore “tutto muscoli e tutto cervello”.

Continua a leggere su DeeJay.it

Il prof della Sapienza era un pornodivo gay: gli studenti lo scoprono su Facebook