Che questa storia delle bambole del sesso sia sfuggita di mano è un dato di fatto. Ci sono due nomi in cima alla lista di chi ha contribuito a tutto questo. Il primo è Samantha ed è la prima bambola robot in grado di reagire agli stimoli e si, anche di raggiungere un orgasmo. Il secondo è quello del suo creatore, l’ingegnere catalano Sergi Santos.

Negli ultimi mesi ne avrete sentito parlare abbastanza. Inoltre, qualche settimana fa il giornalista del Corriere Luca Mastrantonio ha trascorso ben 48 ore in compagnia di Samantha, raccontando passo dopo passo il suo weekend con la bambola robot.

Per chi non lo sapesse, questa bambola è in grado di alternare vita famigliare a quella sessuale (… con un pulsantino?). Nella prima modalità può rifilare lezioni di vita, pappine filosofiche e qualche barzelletta. Nella seconda e senza osare troppo con l’immaginazione, Samantha è in grado di reagire agli stimoli fino a raggiungere l’orgasmo. E tutto questo dopo averla ricaricata comodamente con una presa USB!

Ma la vera notizia è che a partire da ieri la bambola è acquistabile liberamente. I primi a metterla in vendita nel Regno Unito sono stati i proprietari di un sexy shop gestito da mamma e figlio a Aylesford, nel Kent. Il prezzo? “Solo” 3500£!

Stando a quanto raccontato durante una puntata di “This Morning“, il creatore Sergi Santos ha promesso “al mondo” anche una versione maschile. Sapete già come andrà finire, vero? Le bambole inizieranno a fare cose tra loro e noi, forse, torneremo a farcela tra umani.

Fonte:
Mirror.co.uk